Archivio per la categoria ‘Uncategorized’

Comunicazione di servizio per tutti i Calzini Rossi, la partita di martedì 13 settembre è stata spostata a giovedì 15 settembre e si giocherà alle 21.30 al Poiana perchè il campo di Pian di Macina è occupato!

Annunci

Quella di ieri sera è stata una gara dalle mille facce, episodi e incidenti. Iniziamo con ordine: la squadra parte subito già sfavorita  secondo l’oracolo del nostro Pietro che in giornata aveva fatto un incontro tale da arrivare sul campo ed esordire dicendo che non potevamo vincere (non per demerito sportivo, ma perchè la sfortuna ci aveva momentaneamente colpiti….chiedete a lui per delucidazioni!). Entra ufficialmente nei Calzini Rossi anche Simona, che scende in campo esterno destro e fa la differenza, un bell’acquisto per la squadra. La partita è molto equilibrata, i Calzini hanno come sempre un’ottima difesa, dopo un primo smarrimento iniziale anche il nostro partente, Valerio Ventura (rumors confermano che sarà presto chiamato in nazionale….) gestisce molto bene i battitori. I Ruphillies passano subito in vantaggio al primo inning 2 a 0,  ma la parte fortissima del nostro line up, composta da Betta, Lisa, Matteo, Campa, Giacomo….porta il punteggio sul 3 a 2 poi sul 4 a 2. E così si arriva al quarto inning. Sul monte il partente ha ceduto il posto al rilievo Pietro, in campo Valerio si sistema all’interbase e la Betta scende momentaneamente nel dugout. A questo punto si succedono alcuni fatti che in gergo tecnico chiameremo parapiglia. Le basi si riempono, entra un punto,  poi un bel doppio gioco prima casa fa due eliminati e con uomo in seconda e in terza viene battuta una palla davanti all’esterno centro ma anche dietro all’interbase (per dire che era una di quelle indecifrabili), in trance agonistica Valerio corre all’indietro con gli occhi sulla palla, Campa corre in avanti con gli occhi sulla palla, la palla entra nel guanto di Campa ma i due atleti si scontrano: valerio rimane a terra mentre Campa dolorante cerca di capire cosa sia successo. Botta al naso e alla fronte con colpo di frusta per Campa, colpo alla mandibola con escoriazione e qualche altra botta per Valerio. A entrambi dispiace di non aver fatto l’out perchè intanto la palla era scivolata via e i Ruphillies segnano due punti. 5 a 4 Ruphillies. Ma i Calzini non demordono, e subito con Campa che nonostante sia infortunato si presenta nel box di battuta e Matteo con una stupenda battuta sull’esterno sinistro ribaltano il punteggio sul 6 a 5. All’ultimo inning però i Calzini non riescono a concretizzare e i Ruphillies segnano il punto del pareggio poi con una battuta difficile tra seconda base e esterno destro (con tuffo della Simona che sfiora la palla!) si impongono 7 a 6. All’ultimo inning però anche Emiliano sfiora l’incidente, una mazza lanciata via durante una corsa in prima lo colpisce in piena maschera….no, non è la serata giusta per i Calzini che nonostante unìottima partita escono sconfitti.

A fine gara il manager Marchi, in tribuna stampa ha rilasciato queste dichiarazioni “La mia squadra è stata colpita da una serie di sfortunati eventi….in primo luogo i commentatori di ESPN della partita  erano sicuramente schierati per i Ruphillies e questo ha demoralizzato la squadra…continuavano a ripetere che Valerio era stato chiamato in nazionale ma non hanno mai specificato quale e poi sul tragico incidente occorso in campo hanno oscurato il video e messo in sottofondo la Primavera di Vivaldi, lasciando con il fiato sospeso le migliaia di tifosi incollati allo schermo….e poi Jaboo non è stato dalla nostra parte nemmeno lui, nonostante gli avessimo offerto i buonissimi biscotti di Pietro e la torta di riso della Lisa….voi che non avete mai sudato sul campo di gioco non potete capire quanto questi elementi influiscano! Voi dietro i vostri taccuini, sempre pronti a infamare un povero manager che prende una paga misera ma schiera una squadra quasi perfetta, mai una gentil parola, un apprezzamento….” Poi si è alzato, alla luce dei riflettori il suo diamante nuovo ha emesso uno strano bagliore, si è pulito le prada rosse è salito sulla sua Porche rossa anch’essa è sfrecciato verso la sua Villa sui colli bolognesi. 

Vorrei fare alcune precisazioni su quanto apparso sulla stampa italiana.
1° Irene è quella lieve brezza che a Roma chiamano “Er Ponentino”.
2° ESPN oltre a trasmettere la vostra partita, mi aveva allacciato un collegamento telefonico con il mio vice per tutto il vostro incontro; quindi niente telepatia e tanto meno bravura del mio vice: io gli chiamavo tutte le giocate e lui le trasmetteva alla squadra. Diamo a Cesare quello che è di Cesare, a Filippo quello che è di Filippo, a Ugo quello che è di Ugo, a Maria quello che è di Maria, ecc.

Prima di partire per il mio viaggio negli States la società mi aveva chiesto di ingaggiare a tutti i costi la lanciatrice Finch.
Durante la mia permanenza oltre oceano ho conosciuto Loreena che come lanciatrice mi è sembrata molto meglio.
Gli americani l’hanno ribattezzata miss K per la sua capacità di lasciare al piatto tutti gli avversari.
Da oggi quindi, così come la Pig League ha il lanciatore soprannominato Mister K-men, noi avremo miss K.
Per essere più precisi miss K Loreena.
saluti a tutti

Calzini Rossi: che spettacolo!

Pubblicato: 3 settembre 2011 in Uncategorized

Le vacanze estive hanno sicuramente fatto bene alla compagine di manager Marchi. Quest’ultimo assente giustificato, ha mandato il suo saluto prima della partita e sembra abbia portato fortuna. La squadra, in versione autogestione, ha dimostratyo grinta, tecnica, gioco aggressivo sulle basi, concentrazione e ha dato spettacolo per il suo pubblico pagante! Magistrale il mound, su tutti Valerio Ventura, che con tenacia e bravura ha tenuto lì i Cuba coadiuvato da un ottimo Robertone dietro al piatto (e non solo lì!). La difesa è stato uno spettacolo: Elisabetta all’interbase ha quasi realizzato una presa in tuffo da MLB highlights, Pietro sul monte ha tenuto nel guanto una linea dritta su di lui e Matteo ha chiuso l’ultimo ining con una presa al volo dietro la prima base. In attacco Lisa ha realizzato una valida tra il difensore e il cuscino di terza stupenda, Robertone ineguagliabile, con gioco duro e agressivo sulle basi. Alla fine 12 a 10 il punteggio (non è che i Cuba non abbiano fatto niente eh! Solo che hanno rimontato nell’inning libero!).

Da oltreoceano il manager Marchi che ha seguito la partita in tv si è detto soddisfatto: “Carissimi Calzini, sono molto soddisfatto della difesa e del gioco sulle basi. I commentatori per tv hanno elogiato questa squadra sapientemente costruita dalle mani di un esperto manager….così esperto e saggio che anche in sua assenza riesce a condurre il gioco…appena torno chiederò un aumento per le mie doti telepatiche! Il torpedone intanto è già stato noleggiato….!”

Nella foto d’archivio Elisabetta Pareschi in una sua presa in tuffo

Adorati Calzini Rossi, in questo mio lungo viaggio meditativo/contemplativo vi ho pensato spesso….mentre ero bloccato da Irene, con il vento che impetuoso sbatteva le persiane, la pioggia fredda che allagava le strade….lì ho temuto il peggio, ho pensato per qualche minuto che forse non vi avrei più rivisto….quando poi Irene, passando, ha portato via la Giardinetta che avevo noleggiato, in quel momento mi sono reso conto che vi avrei lasciato sportivamente orfani e non potevo permetterlo! Così mi sono fatto coraggio….e difatti eccomi qua. Vi ringrazio per tutte le telefonate, i messaggi, le lettere, i pensieri che mi avete mandato per sincerarvi che stessi bene….è stata un’esperienza quasi formativa…per questo ho pensato che nella vita se le cose non si fanno quando è il momento, poi il momento passa. Così, se stasera vincerete contro i Cuba, io prometto che regalerò a tutta la squadra, panchinari compresi, disable list anche, un bel viaggio, come quello che mi sta cambiando la vita, fino a…. Casal Borsetti in torpedone per l’occasione noleggiato! Tutto a mie spese (pranzo al sacco escluso!).
Spero di riabbracciarvi presto, un caro saluto,

il vostro manager/guru Leo Marchi

In procinto di partire, il 20 agosto, per gli Stati Uniti d’America, il nostro manager ha convocato una conferenza stampa per aggiornare i mass media della situazione societaria.
“Il 20 parto per gli Stati Uniti dove mi impegnerò a fondo per la squadra cercando qualche talente da portare con me in Italia….ho già imballato la mia Porche rossa e mi hanno assicurato che me la caricano nella stiva dell’aereo e vale come bagaglio a mano….sono molto felice di partire per questa nuova esperienza anche se la prima partita del girone di andata bis, che perderò a sto punto, mi ha più volte tentato di rinunciare a questo viaggio di affari…..Lascio momentaneamente il timone della squadra al mio vice: il presidente operaio Loris Mazzanti che ha promesso più posti in squadra per tutti e sta lavorando per ottenere una deroga e lasciarci schierare in difesa tutto il roster! Mi attende anche un appuntamento con il presidente Obama, ho anche alcune idee per aiutarlo a risolvere il problema del Default: meno tasse per tutti e più posti di lavoro!
Io dal canto mio vi penserò….voi fate lo stesso perchè è il mio primo viaggio d’affari di questa lunghezza….l’ultimo è stato fino a San Lazzaro di Savena con il torpedone e l’avevo già reputato lunghino….Bene, ci rivediamo a settembre……”
Ed è salito sulla sua Porche rossa già imballata ed è sgommato via. Qualche giornalista sostiene di aver visto scendere una lacrima di commozione ma è stato tutto censurato!